La nascita e i talenti della MotoGP

La MotoGP è la massima categoria di moto da corsa, superiore per prestazioni a tutte le altre categorie. Detta in parole povere, nella MotoGP la categoria con i motori più potenti. Essa fa riferimento alla Federazione Internazionale di Motociclismo (FIM). La MotoGP nasce nel 2002 prendendo il posto della 500, poiché è stato rimosso il limite di cilindrata prima richiesto.

A proposito della cilindrata massima, questa è stata variata diverse volte nel corso degli anni, fino al 2012, anno in cui è stato deciso che i motori possono avere una cilindrata massima di 1000 cc e massimo 4 cilindri, con un alesaggio massimo di 81 mm. Ogni squadra può dotarsi di 12 motori nell’arco della stagione, per le quali sono concessi 24 litri di carburante.

Questi sono dettagli tecnici, ma divenuti ormai fondamentali nell’ottica di sviluppo delle tecnologie e della comprensione delle dinamiche competitive.

I talenti della MotoGP

Dal momento in cui nacque la MotoGP nel 2002, seguirono 4 anni dominati da Valentino Rossi. E’ stato infatti il romagnolo a vincere la prima edizione della MotoGP e le 3 seguenti. Durante quegli anni, nelle edizioni del 2002, 2003, 2004, 2005, i suoi rivali sono stati soprattutto i connazionali, primo tra tutti Max Biaggi, con già molta esperienza alle spalle. Parleremo meglio del rapporto tra Biaggi e Rossi nell’articolo dedicato a quest’ultimo. Altri antagonisti furono Loris Capirossi e Marco Melandri. A questi si aggiungeva lo spagnolo Sete Gibernau.

Il dominio di Rossi fu succeduto dalla vittoria di Nicky Hayden (USA) e successivamente da Casey Stoner (Australia). Questi si rivelarono soltanto una pausa, poiché Rossi continuò a vincere nei due anni successivi, ovvero nel 2008 e nel 2009.

Nel 2010 invece fa il suo esordio sul gradino più alto del podio quello che diventerà il nuovo antagonista di Valentino Rossi, ovvero lo spagnolo Jorge Lorenzo. Nel 2010 sarà lui a vincere, seguito da Stoner (2011) che cederà nuovamente il gradino più alto a Lorenzo nel 2012.

Nel 2013 e 2014 è Marc Marquez il vincitore della MotoGP, che vedranno poi tornare ancora una volta prepotentemente Jorge Lorenzo, al suo quarto titolo, nel 2015. Nel 2016 invece si ripropone Marquez, seguito da Valentino Rossi e Jorge Lorenzo (che tra l’altro, è diventato compagno di squadra di Valentino Rossi alla Yamaha). In pratica, un podio di assoluta qualità, sintesi dei migliori talenti offerti dalla categoria MotoGP a partire dalla sua nascita nel 2002.